Blog: http://alainejuliette.ilcannocchiale.it

Vendetta e perdono nella recensione di Samanta Catastini

L'ultimo romanzo della saga Alain e Juliette lascia una porta aperta verso un futuro più tranquillo. Infatti nelle ultime righe Alain sembra intenzionato a lasciare ogni incarico e a ritirarsi a vita tranquilla, mentre la giovane moglie si è appena lasciata contagiare dalla moda del momento: vestirsi con pantaloni e camicia, proprio come un uomo. Alla frenesia intellettuale e mondana dell'una risponde la pacatezza dell'altro, ormai raggiunta un'età più che matura. Alla loro vicenda si unisce quella di Valerie e del pittore Charles Quesnet...non ci si annoia a leggere questo breve romanzo, dove i colloqui la fanno da padroni e dove si segue con passione lo svilupparsi dei cambiamenti sociali e storici. Cristina riesce ancora una volta a farci vivere i rapporti tra uomo e donna con quel pizzico di coflittualità e di amore tipico di ogni coppia..anche oggi!

http://www.anobii.com/books/Alain_e_Juliette_Vendetta_e_perdono/9781446634172/019f74fad9bd1b7d1e/

Pubblicato il 31/10/2010 alle 12.31 nella rubrica diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web