.
Annunci online

alainejuliette
Una storia d'amore nella Francia dell'800
CULTURA
12 luglio 2010
La figlia del corsaro francese nei commenti dei lettori di anobii.com...

LA TRAMA:

Joséphine Surcouf è la figlia minore del celebre Robert Surcouf, corsaro al servizio della marina francese che ha sconfitto più volte gli inglesi sul mare e ha guadagnato così il titolo di barone, conferitogli da Napoleone. Finita l’epoca napoleonica, Robert si è ritirato nella sua città d’origine Saint-Malo e si è trasformato in un ricco e spregiudicato armatore che gestisce l’attività mercantile insieme al fratello Nicolas e ai suoi figli, compresa la minore Joséphine che, nonostante sia una donna, è riuscita a convincere il padre, prima a darle la stessa educazione dei fratelli e, poi, ad affidarle una delle sue navi; non è facile, però, per una donna, nella Francia dell’800, comandare una nave… Riuscirà dunque Joséphine a conciliare libertà ed amore e soprattutto chi sarà l’uomo in grado di farla capitolare? Questa ed. è realizzata in collaborazione con ebookingdom di Tanja Sartori che ha realizzato la grafica della copertina.

 

I COMMENTI:

All'inizio mi sono trovata un pò spaesata con le relazioni tra i vari personaggi (più che altro perchè non conoscevo la saga di Alain e Juliette :P ) ma poi sono riuscita ad orientarmi quasi subito^^

E' bello ;)
....senza contare che è stato anche il mio primo libro in una catena di lettura anobiiana!!!!
Sono priprio capitata bene nelle mani della Contilli ^^

DEMON BLACK

Libro che mi ha coinvolto fin dalle prime pagine, probabilmente perchè già conoscevo i protagonisti della storia.
Come sempre la Contilli ha una scrittura molto scorrevole e coinvolgente. Leggere i suoi libri mi fa sempre sognare di essere in un'altra epoca e alla fine dei romanzi spero sempre ci sia un seguito.

DANIELA BIASIN

Un libro da leggere tutto d'un fiato

Leggo il secondo libro libro di Contilli e sono rimasto piacevolmente sorpreso perché le varie storie, Alain e Julette, Nicolas, Josephine si intrecciano tra loro perfettamente.
La scrittura è fluida, facile da leggere, a tratti appassionante tra realtà e fantasia.
La storia si snoda lineare senza cambi di scena traumatici, ma sempre graduali e logici.
Diciamo che ho ricevuto un'impressione decisamente positiva perché avvince il lettore a proseguire la lettura finché non si arriva alla conclusione.
Se dovessi dare un consiglio sulla lettura, direi che vale la pena di leggerlo.

GIAN PAOLO MARCOLONGO

E’ uno spin-off tratto dalla saga di Alain e Juliette: si narra di Joséphine, figlia del corsaro Surcouf, amico di Alain. A soli vent’anni, e pur essendo donna in un’epoca difficile (la storia è ambientata nel 1825), Joséphine è al comando di una nave dedita al commercio, non sempre legale, e con il cuore ancora libero e alla ricerca di un amore.

 

Per essere uno spin-off, troppe pagine sono dedicate ai personaggi principali della saga, anche se può essere interessante, per chi l’ha già letta, scoprire come è proseguita la loro vita.

 

Pur essendo la trama ed il periodo storico interessanti, nel complesso la lettura è un po’ troppo veloce perché il lettore possa entrare pienamente nella storia e provare simpatia per Joséphine.

LADYGIODESI

 

http://www.anobii.com/books/La_figlia_del_corsaro_francese/9781445759517/01133540772a7a5170/

 

sfoglia
  

Rubriche
Link
Cerca

Feed

Feed RSS di questo 

blog Reader
Feed ATOM di questo 

blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
Libreria Rosa Image and video hosting by TinyPic Image and video hosting by TinyPic Catastini Samanta Leggi le regole base
blog letto 1 volte




IL CANNOCCHIALE